C’MON GUYS!!!

“GIAAAANNIIII, L’OTTIMISMO E’ IL PIACERE DELLA VITA”. Ed è con questa massima pubblicitaria che voglio esordire nella scrittura di questo blog nato per condividere le nostre esperienze “orange” con chi è rimasto in Italia e con chi è già con le valigie in mano. Innanzitutto mi preme sottolineare che ad oggi nessuno dei due ha ancora trovato lavoro ma non siamo per niente demoralizzati, anzi! Iniziano ad arrivare le prime e-mail da parte di aziende e agenzie del lavoro (nulla a che vedere con le italiche agenzie di lavoro interinale) che rispondono alle nostre candidature. E già qui c’è una primissima differenza con l’Italia. RISPONDONO!  Ebbene sì, rispondono. Quante volte abbiamo mandato curricula senza ricevere alcuna risposta? In Olanda, ma è più corretto dire Paesi Bassi, i destinatari delle e-mail rispondono. strano ma vero. Così lunedi abbiamo sostenuto la nostra prima “interview” interamente in inglese. Le tante ore passate a studiare (chiaramente parlo di Alessia, io mi sono limitato a qualche minuto) con i nostri supervisors Lucia e Harmen sono servite. Dopo 45 minuti di colloquio io sono uscito entusiasta e convinto di aver fatto una bella figura. Solo in due occasioni mi sono fatto ripetere la “question” ed ho risposto sempre in maniera convincente e con pochissimi errori, almeno spero. C’è stato anche il tempo di scambiare due battute in spagnolo con un’altra enterviewer e lì ho sfoggiato un accento andalù da fare invidia ad Antonio Banderas. Le cronache parlano anche di un ottimo colloquio di Alessia, lei lo ha fatto praticamente metà in inglese e metà in spagnolo e anche nel suo caso tutto è filato liscio. In poche parole, la settimana prossima inizieremo a lavorare con un contratto a tempo indeterminato. Magari! Scherzo, ma fino ad un certo punto. Quando una persona è sicura di ciò che ha fatto, è giusto che la pensi in maniera positiva, praticamente il contrario di quello che facevo io nella mia lunghissima carriera universitaria.
Nella stessa giornata io ho ricevuto la telefonata da parte di un’altra agenzia, niente di che, volevano solo maggiori informazioni, ma il solo fatto che ti chiamino ti spinge ad essere ottimista. Poche ore fa invece, il telefono di Alessia è squillato e dall’altro capo dell’ apparecchio c’era un’altra agenzia del lavoro e così la prossima settimana si ritorna a Rotterdam per un altro colloquio.
Cambiando argomento, per la serie “i vecchi amori non si scordano mai”, domenica scorsa mi sono fatto accreditare come fotografo per la partita Utrecht – Den Haag. L’Eredivisie (così si chiama il campionato olandese) a livello tecnico non offre tanto e infatti nell’arco dei 90 minuti non c’è stato granchè da vedere. Per la cronaca il match è finito 1-1. Come esperienza è stata bellissima anche perchè è stata la prima volta in assoluto come fotografo a bordocampo. In Italia sarebbe impossibile in quanto non posseggo la tessera dell’Ordine dei Giornalisti….. non voglio parlare dell’argomento altrimenti occuperei tutto lo spazio messo a disposizione da questo blog. In tutti i casi, domenica prossima bisserò la cosa e assisterò a Utrecht – Az Alkmaar… alla faccia della “Tessera”.
Quindi, come primissimo bilancio dopo 15 giorni in terra olandese posso sostenere di essere contento, entusiasta e soprattutto molto ottimista per la nostra permanenza qui anche perchè sarebbe un peccato buttare alle ortiche la nostra buona conoscenza dell’olandese: ” twee naar station”, “kipfilet”……….

FC Utrecht – Den Haag
 
Se dovessimo andare a vivere a Rotterdam abbiamo già deciso dove prendere casa.

                                         


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in vita in Olanda. Contrassegna il permalink.

4 risposte a C’MON GUYS!!!

  1. Auro ha detto:

    Accidenti! 45 min di colloquio! Ma una cosa fitta fitta o con un tono abbastanza amichevole? Xchè la cosa un pò mi mette già l'ansia adesso:-))CiaoAuro

  2. Alessia-Stefano ha detto:

    ciao Auro…scusaci se non ti abbiamo risp prima!guarda il colloquio con l'agenzia è molto tranquillo….l'altro ieri ne ho fatto un altro… a me spaventa quello con la company….credo che lì non siano così amichevoli:-) ma ce la faremo!!!!studia l'inglese…è fondamentale!guardatevi dei film….parlate…fai più pratica possibile!!!

  3. hybridée le lab ha detto:

    Ciao stefano ( e alessia) … Bellissimo come fotografo a bordocampo 🙂 🙂 … ma come funziona qui, a chi bisogna rivolgersi per gli accrediti per le partite ??? (io sono a rotterdam) grazie, Ani :):)

  4. Antonio Esposito ha detto:

    Ciao ragazzi ho un intake telefonico con undutchable in inglese spero di cavarmela cosa chiedono in genere?

NON ESSERE TIRCHIO...LASCIACI UN TUO COMMENTO! ;-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...