BUON ANNO!!!

                             BUON ANNO A TUTTI!!!!!

Erasmusbrug – Rotterdam

Quast’anno non avevo tanta voglia di festeggiare la fine del 2012, perchè per noi è stato un grandissimo anno, personalmente parlando….
Abbiamo avuto il coraggio di dire “no noi non ci stiamo!” e venire via dall’Italia e dal suo sistema corrotto e  frustrante per chi come noi, dopo anni di studio, cercava di crearsi una vita…ma anche per altri che dopo anni di lavoro si sono visti negata la pensione, o altri ancora che si sono ritrovati disoccupati a 50 anni con famiglia a carico…
Questo anno appena trascorso, per noi è stato davvero un anno pieno di soddisfazioni e rivincite…ci siamo sistemati in un paese straniero, abbiamo trovato due lavori e preso in affitto una bella casetta, abbiamo conosciuto tante persone e iniziato a costruire belle amicizie, abbiamo imparato a cavarcela nella vita di tutti i giorni…ma questo lo sapete già! Quindi  non voglio tediarvi su questi argomenti…ma raccontarvi una cosa nuova…finalmente mi sono ammalata!!!!
Niente di grave, per carità, influenza e bronchite, ma dico finalmente perchè così ho potuto testare con mano il sistema sanità olandese…

Venerdì ho iniziato a sentirmi poco bene al lavoro, mal di gola e brividi di freddo, quindi ho chiesto alla mia team leader se era possibile uscire prima perchè davvero avevo bisogno di prendere qualcosa di caldo e mettermi a letto…permesso accordato!
Il sabato mattina stavo meglio, fuori c’era il sole e udite udite 13 gradi…. quindi abbiamo deciso di farci un giro in bicicletta fino al mercato e goderci quel clima primaverile…non si poteva non approfittarne, anche se devo dire che finora non c’è stato tanto freddo…aspettiamo gennaio, febbraio!
Domenica…tac! Febbre, raffreddore, mal di gola, tosse, etc etc…classici sintomi influenzali…paracetamolo e via, sperando di stare meglio il giorno dopo.
Invece no, evidentemente doveva sfogarsi…quindi lunedì ho dovuto chiamare al lavoro e per la prima volta in 9 mesi darmi malata…piena di sensi di colpa! Ora dico…sarò scema?! Con febbre a 38 e malpresa com’ero non sarei riuscita a reggere neanche il viaggio per arrivarci al lavoro…eppure stare a casa il 31 dicembre mi ha dato enormemente fastidio, per la mia concezione di responsabilità che tutti dovrebbero avere sul posto di lavoro…ma quando si sta male così non si può fare altrimenti..
Quindi il 31 siamo stati a casa, a non far nulla, e anche la sera soli soletti ..Ste ha fatto la pizza per mangiare almeno qualcosa di diverso, e a mezzanotte ci siamo semplicementi abbracciati augurandoci Buon Anno (con i vicini di fronte che facevano lo stesso) e abbiamo brindato con un vino schifosissimo che avevamo in casa…
Niente lenticchie, niente uva, no spumante…un capodanno alternativo diciamo!
Mentre fuori impazzavano i botti…sembrava di essere a Kabul, in confronto a Napoli non sparano!!!
Gli olandesi, tanto calmi e tranquilli, hanno iniziato a sparare alle 8 del mattino del 31, per finire la mattina del primo, qualche nostalgico anche il 2!
Sotto le nostre finestre un ragazzino ha inziato alle 21 con le sue fontanelle, quelle che usavamo con i miei “cugini merda”(cit.) da piccoli, fino alle 23.30 circa…non ha calcolato bene i tempi, porino, e per mezzanotte non aveva più nulla in mano!!!ahahahhaha
Ah dimenticavo….prima di rientrare in casa è arrivata la madre con un sacchetto per ripulire la strada….O_o

Ma parliamo di sanità…il 2 gennaio mi sono decisa ad andare dal dottore, perchè l’influenza non passava e neanche migliorava..purtroppo il medico non mi ha potuta visitare subito perchè busy con altri pazienti, essendo in ferie altri dottori della zona. Qui funziona che per essere visitato devi prendere l’appuntamento, in genere te lo danno telefonicamente per la stessa giornata,  ma io questo non lo sapevo quindi sono andata di persona e il primo buco disponibile era il giorno dopo alle 10.
Mi ripresento il 3…alle 10.10 il dottore esce dal suo studio chiamandomi e dicendomi qualcosa in olandese che io non ho capito…per fortuna tutto il resto della visita è stata in italiano..essendo lui figlio di emigranti italiani e parlando un italiano perfetto con accento veneto…(grazie Shierley!!!)
E’ stato molto gentile, oltre che molto professionale…mi ha visitata e detto appunto che ho una bronchite acuta da curare con antibiotici (merce rare qui nei Paesi Bassi) e ci siamo un pò raccontati del perchè e per come entrambi ci ritroviamo qui adesso.
Uscendo dallo studio molto soddisfatta mi dirigo alla farmacia a me assegnata (perchè qui i farmaci che ti prescrive il medico li puoi comprare SOLO nella tua farmacia)…e sorpresa delle sorprese entro e ne esco ancora più soddisfatta. Dopo aver firmato qualche foglio con i vari dati anagrafici mi danno il farmaco e mi salutano…
Ma…”Io devo pagare”…”No no tranquilla, lo passa l’assicurazione…tu devi solo andare a casa e prenderti cura di te” …O_o
Olanda-Italia 1-0.
Sarò stata fortunata…spero di non doverlo verificare in futuro…trattandosi di sanità …ma tutto mi è sembrato molto organizzato e funzionale!

Adesso chiudo se no Ste mi sgrida che sono, come al solito, prolissa…anche se vorrei aggiungere…no no scherzo!!!! Questa volta è vero…Passo e chiudo! E ancora Buon 2013 a tutti!!!!
Alessia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in vita in Olanda. Contrassegna il permalink.

Una risposta a BUON ANNO!!!

  1. Olandesina76 ha detto:

    Brava Ale,tienici sempre aggiornati su tutto e comunque…io..non avevo dubbi 🙂

NON ESSERE TIRCHIO...LASCIACI UN TUO COMMENTO! ;-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...