SANITA’ OLANDESE

Più di una volta ho sentito commenti negativi sulla sanità olandese ma io non mi sono mai espressa  a riguardo,  aspettavo di avere un’esperienza personale e valutare in base a quella!

Per quanto riguarda la sanità italiana che dire? Ci sono tanti bravi medici, forse i migliori ma non ci sono le strutture, o meglio ci sono ma sono fatiscenti, spesso il personale medico e paramedico ti tratta con sufficienza e gli ospedali sono il più delle volte sporchi e mal tenuti. Per non parlare dei tempi di attesa per semplici visite a  dir poco biblici.Qualche anno fa per una semplice ecografia ho dovuto aspettare 3 mesi e sono dovuta andare a Recco per farla, a 30 km di distanza da Genova. Se volevo farla in città i mesi di attesa sarebbero stati  minimo 9.

Avevo sentito dire che in Olanda il dottore della ‘’mutua’’ cura tutto con il paracetamolo e che per avere una visita specialistica devi essere quasi morto. Mutua per modo di dire in quanto quì la sanità non è pubblica ma tutto si muove tramite assicurazioni. Comunque una volta che paghi devi cercarti un medico. La prescrizione dei farmaci è tutta automatizzata… altro che scandalo fustelle. E vi dirò di pi. Se il medico ti prescrive un antibiotico per 7 giorni e nella scatola ci sono 10 pastiglie, la farmacista ti taglia le 3 eccedenti e se le tiene per darle al paziente successivo … in questo modo si evitano gli sprechi, Ultimamente sono tornata dal medico per un altro problemino abbastanza fastidioso che non vi sto a spiegare. Inizialmente ha provato a risolverlo con antibiotici, poi si e’ dovuto arrendere e mi ha spedita da uno specialista!

Ho dovuto chiamare direttamente all’ospedale per prendere l’appuntamento.  Alla prima telefonata la signorina era molto mortificata che il primo appuntamento disponibile fosse dopo 2 settimane, non finiva più di scusarsi.

Arrivata all’ospedale il giorno della prima visita sono rimasta a dir poco SORPRESA, MERAVIGLIATA, STUPITA, INCREDULA, ESTERREFATTA. Ospedale nuovo, pulito, senza l’odore acre di disinfettanti e ‘’di ospedale’’, tutto tecnologico e digitalizzato. Al piano terra ho visto ristorante, edicola, parrucchiera, boutique, fiorista, posta per bancomat e macchinetta per ricaricare l’Ov-chip Kaart (fondamentale).

 Più che un ospedale mi è sembrato un centro commerciale. Bellissimo!!!
Il personale giovane (età media 45-50 anni) , gentile, sorridente e parlante inglese!
Il dottore che mi ha visitata mi ha messa a mio agio e ha cercato di capire da cosa derivasse il mio problema. Mi ha tranquillizzata dicendomi che non era nulla di inguaribile e che pur essendo al 99% causato da stress voleva fare ulteriori esami per escludere ogni possibilità.
Dopo 2 settimane,  sono tornata in ospedale, passando da una stradina stupenda piena di villette e addirittura con un mulino meraviglioso e in un’ora ho fatto 3 esami specifici che probabilmente in Italia mi avrebbero richiesto mesi di attesa. 
Non ho specificato la puntualità con cui sono stata ricevuta. La prima visita era alle 9.00? ebbene alle 9.01 ero dentro lo studio!
Lungo i  corridoi dalle porte automatiche e i numerosi bagni ci sono diverse macchinette del caffè gratuite e angoli giochi per i  più piccoli con tanto di televisioni e cartoni animati. Nei vari salottini di ogni reparto divanetti e tavolini, vetrinette con plastici relativi alla materia trattata e schermi ultra piatti alle pareti con film o documentari.Il tutto nel più assoluto silenzio e riservatezza!Sono rimasta positivamente meravigliata da questa esperienza, non potevo chiedere più  professionalità e umanità di quella che ho ricevuto!!! VOTO 10!!!!<

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in vita in Olanda. Contrassegna il permalink.

5 risposte a SANITA’ OLANDESE

  1. carmen ha detto:

    Ciao,
    trovo molto interessante il vostro blog 🙂 soprattutto xkè sto pensando di andare a vivere in olanda!
    ho un ragazzo olandese, lui vorrebbe vivere nella soleggiata italia, ci ha provato per 4 mesi ma nessun lavoro.. così sto pensando di andare io lì.. però ho molti dubbi su questioni pratiche e burocratiche.. ad esempio, anche se pago l’assicurazione sanitaria lì non potrò più farmi curare in italia?
    invece, per questioni tipo la pensione (io lavoro in italia da 5 anni regolarmente, che fine fanno i miei contributi?) sapreste a chi posso rivolgermi? non so, esistono degli enti qui o lì a cui poter fare un po’ di queste domande? 🙂

    grazie mille!
    carmen

    • ciao Carmen! ovviamente ti consigliamo di venire su…soprattutto sei hai un’appoggio cosi’ importante! per quanto riguarda i contributi non so risponderti ma non credo tu li perda. Prova a chiedere a un patronato in Italia o un commercialista. L’assicurazione qui e’ obbligatoria e con l’iscrizione all’Aire perdi il diritto alla Sanita’ Italiana in teoria…pero’ se sei giu’ in vacanza e stai male puoi andare al PS essendo cittadina europea e se hai un buon rapporto con il tuo medico di base puoi comunque chiedere un parere. Per le visite private invece non ci sono problemi. Io anche avevo paranoie sulla sanita’…ma quando poi ti stabilizzi qui trovi tutto…io mantengo il dentista giu’, ma presto me ne trovero’ uno qui…non si puo’ vivere con il piede in due scarpe! 🙂 se hai bisogno scrivi!

  2. Luciano valli ha detto:

    Concordo con l’articolo anche se il mio voto è pochino più basso, un 7 e mezzo, per diverse ragioni… ancora negli anni 80-90 la sanità in Olanda era tra le migliori al mondo ma in seguito, con le privatizzazioni e i cambiamenti di governi soprattutto con l’avvento dei neo-liberali, la situazione è peggiorata anche se non è mai arrivata al livello italiano!! Negli ultimi anni di questo terzo millennio sono venuti fuori scandali di truffe di medici che operavano a fine di lucro, errori mortali nelle sale operatorie e altre disfunzioni del genere… ma si sa che se si segue il capitalismo bruto all’ americana, questo porta a gravi incidenti, per fortuna ancora non a livello nazionale.

  3. Manuela ha detto:

    Ciao Alessia,
    sono Manuela, anche io trasferita a Rotterdam con il mio ragazzo da 1 anno e mezzo…
    Ho trovato il vostro blog per caso ed e’ stata una piacevole sorpresa, una sorta di guida! 🙂
    Questo e’ l’articolo che piu’ mi rincuora. Ho sempre sentito parlar male della sanita’ olandese, in particolar modo da noi italiani. La cosa mi ha un po’ spaventata, ma per fortuna non ho avuto esperienze dirette e figurati che ancora dopo un anno e mezzo non ho fatto la registrazione al medico di base. Lo so, non e’ una buona cosa e per paura ogni volta che torno in Italia prenoto varie visite di controllo per vivire piu’ serena qui a r’dam.
    Nella tua intervista su “voglio vivere cosi'” ho letto che tu hai un buon medico di base, potresti consigliarlo?
    Se ti va teniamoci in contatto.

    _Manu_
    P.S. Tornata ieri dalle vacanze nella mia terra, la Sicilia…ritrovare il cielo grigio che trauma!! 😦

  4. Pingback: GRAVIDANZA TUTTA OLANDESE…O QUASI! | NETHERLANDS CHIAMA ITALIA

NON ESSERE TIRCHIO...LASCIACI UN TUO COMMENTO! ;-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...