WEEKEND NELLE FIANDRE: VI PRESENTO GENT!

Finalmente un post di viaggi, ultimamente non ce ne sono stati molti! 🙂

Questo weekend ci siamo concessi una gita fuori porta…a Gent!

Alessia, Stefano...e fagiolino

Alessia, Stefano…e fagiolino

Capoluogo delle Fiandre Orientali, la cittadina di 250 mila abitanti, è facilmente raggiungibile da Rotterdam, sia in treno che in macchina. Noi ovviamente abbiamo optato per la macchina di Ciruzzo e abbiamo deciso di partire il sabato mattina, per goderci meglio, ahimè, la sconfitta dell’Italia il venerdì sera 😦 tasto dolente!

In realtà piu’ che gita di piacere è stato un impegno sportivo che ci ha portati nella bella cittadina belga. Ste, come già sapete, corre da qualche anno, io pure anche se attualmente in pausa, e da qualche mese c’è anche una new entry…Ciro, u cumpagno suo, che ci sta dando grandissime soddisfazioni…diventando ogni giorno sempre piu’ “runner inside”…

Iniziando da una 10 km (bravo…io sono partita da una 5km) è arrivato in pochissimo tempo a correre una mezza maratona e noi in pochissimo tempo abbiamo trovato i nostri compagni di viaggio ideali, con cui riusciamo a conciliare le nostre due grandi passioni : corsa e turismo!

Sabato sera quindi i nostri eroi hanno corso la Midsummer run, insieme a piu’ di 6000 partecipanti. Prima gara in notturna (partenza alle 22.00) per entrambi.

Ovviamente però, anche se il primo motivo che ci ha spinti a questo viaggio era la gara, non potevamo concederci ore di puro turismo rigorosamente fai da te!

La cittadina è abbastanza piccola e tranquilla e vanta di un centro storico quasi completamente pedonale, anche se dal centro passa un tram O_o che di pedonale non ha molto. Ricca di strutture gotiche imponenti, passeggiando lungo i canali si possono ammirare la Cattedrale del Bavone, il Castello dei Conti, il campanile Belfort (proprio davanti al nostro hotel) e la Chiesa di San Nicola.

i magnifici 4

i magnifici 4

Da non perdere l’ antica birreria DULLE GRIET in Vrijdag-Markt n. 50 dove è d’obbligo ordinare una Kwak servita nel tipico boccale con la staffa di legno. Probabilmente la voce della collezione di Ste è arrivata fino a Gent, infatti per poter gustare questa birra (chiara o scura) servita nello strano bicchiere bisogna lasciare in pegno una scarpa che il cameriere infila in una cesta fissata al soffitto. Immaginate le nostre facce quando entrando abbiamo notato che molti degli altri clienti erano scalzi?! Avreste dovuto sentire i nostri commenti…solo qualche minuto piu’ tardi abbiamo scoperto l’arcano! 🙂

 

Stefano, Ciro e le birre

Stefano, Ciro e le birre

 

Molto carino anche il ristorante dove abbiamo trascorso il pranzo della domenica: il DU PROGRESS, in Korenmarkt 10, cucina tipica belga. Servizio cordiale e simpatico, cucina ottima. Il tutto accompagnato da deliziosa birra ovviamente (che io ho potuto solo assaggiare) e le immancabili patatine fritte che in Belgio ti servono for free anche a colazione 🙂

Provate anche le caramelle gommose ripiene alle viole che potete trovare nei carrettini per strada…per me assolutamente squisite, anche se forse “troppo”. Il gusto ti riempe la bocca e te la lascia impastata…dopo averne mangiata una un pò d’acqua è assolutamente necessaria.

Per il resto che dire? E’ una città da scoprire, angolo dopo angolo…essendo a misura d’uomo non sarà difficile farlo…anche se alla fine dei due giorni e dei km fatti il male ai piedi è assicurato…almeno per me!

Ah dimenticavo i nostri campioni : Stefano ha finito i suoi 10km in 47:34 minuti mentre Ciruzzo ci ha messo 54:18 minuti! Eccoli qui sotto con le loro lucenti medaglie…e ovviamente due birre!

 

i nostri campioni

i nostri campioni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in correre...che passione!, generalizzando, i nostri viaggi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a WEEKEND NELLE FIANDRE: VI PRESENTO GENT!

  1. francesco ha detto:

    ho trascorso 8 mesi di Erasmus a Gent..città bellissima, soprattutto il centro.
    poi, sarà perché i belgi sono un misto mare di popoli e culture e quindi non hanno un’identità forte come un italiano od un tedesco ma l’accoglienza che riservano verso gli stranieri penso sia difficile da trovare (ricordiamoci che la maggior parte della gente delle fiandre sa 3-4 lingue…).
    ottima scelta di Du Progres, uno dei pochi ristoranti con buon rapporto qualità prezzo (sia in Olanda che in Belgio ho notato che i ristoranti costano, molto).
    PS: dopo birre belghe, solo birre belghe. Ti consiglio la prossima volta di provare la sint-bernardus op 12, versione commerciale della westvleteren, da molti considerata come LA birra (ed altrettanto introvabile visto che si può comprare solo nell’omonima abbazia)

    ciao!
    Francesco

NON ESSERE TIRCHIO...LASCIACI UN TUO COMMENTO! ;-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...